sabato 8 gennaio 2011

Azteca series 2: recensione

Ed eccovi alle temutissime pagelle del mostro che mai mancano quando esce una nuova serie di dunny. Se questa serie poi si chiama azteca eccomi pronto. E' stata una delle serie da me maggiormente amate forse memore di un tempo in cui i dunny erano ancora una fresca novità. Non di meno le attese ci stavano eccome specialmente se si fa mente locale sui precedenti design, contenenti delle bombe davvero micidiali. Allora cominciamo con il concetto di serie "nazionale". Ovviamente se vuoi fare una serie messicana (ma italiana o tedesca fa lo stesso) è abbastanza normale che ci finiscano dentro un pò di stereotipi, per cui se nella serie francese non mancava una baguette ecco in questa una profusioni di luoghi comuni sul mexico. La cosa di per se mi rimbalza, mi chiedo solo visto che si attinge alla cultura popolare del suddetto paese come mai non ci sta manco un luchador. Vedete il problema principale di questa serie è l' aver visto una checklist sei mesi fa trapelata non so come, che come da me previsto per una buona metà è fatta di design che alla fine sono stati accannati. Vedendo i prescelti un paio di bestemmioni per iniziare l' anno escono in automatico. 

Scelta degli artisti - voto 5

 va, kidrobbi fate i seri, innanzitutto ndo stanno le nuove leve? Chauskoskis e Frankie Mysterio in primis, meritavano eccome di entrare in questa serie, visto che sono a) messicani, b) dei designer emrgenti che hanno profuso una quintalata di sbattimento per tutto il 2010. Poi, mi lasci fuori un Zhon DSR? Ok ci sta saner, ma non basta. Buono marka 27, ma ripeto ci stava di che svariare e non lo hanno fatto.

Design - voto 6-
 mi prende decisamene a male fare la solita cosa della pagella design per design quindi sto giro suddivido i suddetti in 

ottimi (sarebbe stata una serie della madonna)


Saner, beast bros, l' ottimo Oscar Mar e jesse insieme al sempre over the top Marka27, non sbagliano un colpo, mai. Ecco i dunny azteca che aspettavo, un mix di messico violento e cultura precolombiana, guerriglieri, luchador e calaveras. Morbito, Neuzz e Ciler tutti design di ispirazione "etnica" sono stati allegramente segati, evidentemente il messico che interessa è quello scontatissimo con il sombrero, evvabè.
 WTF????(che droghe girano da kidrobot?)
che droghe prendano i tipi di kidrobot è una domanda abbastanza spontanea alla vista di quanto potete ammirare (si fà per dire) qui sopra. Non vi dico manco i nomi dei designer, no dico il dunny taxi, scherziamo? Il dunny pugile ed i bandoleros senza faccia? ma che è uno scherzo? No, purtroppo, è il modo tramite il quale affossare una serie potenzialmente bestiale. Mancano alcuni altri davvero indefinibili che vedete nella foto di gruppo, sui quali non spreco mezza riga, basta l' aggettivo: fetenzia totale.


come sempre più spesso accade quindi, una serie che vale per quei 4-5 pezzi  da battere su ebay come open box, prendere un case abbastanza rischioso (e mi mantengo educato) certo una serie non da completare a meno che non siate dei completisti assatanati nel qual caso le mie sentite condoglianze.

1 commento:

Walter Jacott aka Chauskoskis ha detto...

Thanks for the support!
:)
Chaus.